Mostra Fotografica "La Città Nascosta" di Davide Virdis

15 SETTEMBRE – 13 OTTOBRE 2021

Dal martedì alla domenica, dalle 17:00 alle 21:00.

 

Ingresso libero, da Via delle Cascine 35.
Non è richiesta prenotazione.

 

Per accedere ad alcuni luoghi della mostra è necessario esibire il green pass o tampone negativo effettuato nelle 48h precedenti.

 

 

 

 

 

 

Manifattura Tabacchi ha aperto al pubblico la mostra fotografica, curata da Publiacqua, dell’architetto e fotografo Davide Virdis La Città Nascosta. I luoghi e la storia dell’acquedotto di Firenze capitale volta alla scoperta e valorizzazione degli acquedotti storici e di altre opere collegati alla presenza della risorsa idrica nei nostri territori.

Publiacqua ha avviato così un percorso volto a valorizzare la storia degli acquedotti cittadini e, più in generale, il ruolo della risorsa idrica nella storia delle nostre comunità, avvalendosi del prezioso contributo dell’Università di Firenze e di un gruppo di lavoro di cui fanno parte esperti e studiosi del tema. La finalità del progetto è innanzitutto quella di restituire luoghi e manufatti connessi agli acquedotti storici – ma anche alla vita quotidiana, culturale e di lavoro (lavatoi, fontane storiche ecc…) al territorio.

Gestire l’acquedotto di un territorio affascinante e ricco di storia come quello della Toscana centrale è un compito carico di responsabilità ma anche di opportunità. Tra queste quella di avere accesso a strutture che rappresentano straordinari esempi di architettura industriale ma anche e soprattutto segni tangibili della storia del territorio stesso. Il Serbatoio di Carraia è uno spettacolare esempio di tutto ciò. Una infrastruttura di fine ‘800 bella ed a suo modo austera. Un edificio dominante un magnifico giardino ed un viale alberato che vanno a comporre uno straordinario e sorprendente assieme urbanistico. Ma soprattutto un segno importante della storia cittadina ancora efficiente che pochissimi fiorentini conoscono ed ancora meno hanno avuto la fortuna di poter visitare in un angolo nascosto di Firenze. Publiacqua vuole, iniziando dal Deposito di Carraia, contribuire a restituire parte di questi manufatti alle nostre comunità. Un progetto che vede coinvolti quali partner strategici l’Università di Firenze, garanzia di un approccio accademico e scientifico alla materia, e i Comuni e gli Enti Locali – in questo caso il Comune di Firenze – proprietari e destinatari finale di tanta bellezza.” Lorenzo Perra, presidente di Publiacqua

Dato che molti dei luoghi oggetto di intervento non sono visitabili perché ancora oggi infrastrutture dedicate al servizio idrico, Publiacqua ha deciso di accompagnarne la valorizzazione con un racconto fotografico, per garantire comunque l’esperienza visiva di luoghi straordinari del nostro territorio.

 

 

 

“La mia scelta è stata quella di impostare il lavoro fotografico con il proposito di non limitarmi alla ricerca del rigore formale, proprio della documentazione architettonica, a favore di un maggior coinvolgimento emozionale, nel quale potesse prevalere l’atmosfera, l’esperienza percettiva dell’osservatore, rispetto alla fredda rappresentazione del dettaglio architettonico.”
Davide Virdis, architetto e fotografo.