Una libbra di libri

a cura di todo modo

Tutti i giovedì

dalle 19:00

 

Ogni giovedì sera dalle 19:00 la piccola bottega Libri e-lettrici darà vita al suo nuovo tormentone estivo: Una libbra di libri. Rovista fra scatole, scatoloni, scaffali, banchi e prendi i tuoi libri. Mettili sulla bilancia e guarda il peso. Ogni libbra, pochi euro.

Sul piatto della bilancia vecchie copertine del New Yorker per impacchettare il tutto. Per chi avrà occhio ci saranno occasioni davvero incredibili.

Una libbra è una misura di massa con il valore all’incirca di un terzo di kilogrammo.
Alla Manifattura Tabacchi abbiamo stabilito che una libbra equivale a 333 grammi e abbiamo selezionato libri che abbiano il valore di una libbra così tarata.
Per cui possiamo tranquillamente oggi sostenere che un libro pesa una libbra nel momento in cui il vero valore viene dato dalla sua specificità e dalla sua storia. Proprio come uno stato. Non è possibile generalizzare.
Nasce così nello stato libero di Libri e-lettrici una nuova unità di misura.

libri e-lettrici

STORIA DELLA LIBBRA

 

La libbra ha valori differenti a seconda dello Stato in cui viene (o veniva) adottata.

Nel 1860, con l’annessione del Granducato di Toscana al Regno d’Italia, la libbra era equivalente a 339,54 grammi.

La libbra romana equivaleva a 327,168 grammi, ed era divisa in 12 once di 27,264 grammi.

La libbra britannica (detta anche libbra internazionale) attuale equivale a 453,59237 grammi.

Durante il Medioevo, il valore della libbra in Francia variava a seconda della provincia tra 380 grammi e 552 grammi.

Prima dell’adozione del sistema metrico, l’unità di riferimento in Francia era la libbra di Parigi, una livre de poids de marc che valeva 489,5 grammi.

Durante la dominazione Estense, a Ferrara, la libbra corrispondeva a 345,13 grammi.

Nel sistema tradizionale, la libbra forlivese equivaleva a 329 grammi.

La libbra di Libri e-lettrici equivale al peso di 333 grammi.