If I woke up one day

If I woke up one day

Elaborazioni spaziali da un altro mondo.

Un giorno imprecisato nella storia, il mondo si è svegliato in una stanza silenziosa. Improvvisamente la libertà individuale andava ripensata e le risorse non erano più quelle di prima.

 

If I woke up one day è uno spazio di fantasia, all’interno del programma Living Room, nel quale il tempo, lo spazio, le relazioni umane, la natura hanno mutato forma e il virtuale è diventato reale.

living room

If I woke up one day è uno spazio di fantasia, nel quale il tempo, lo spazio, le relazioni umane, la natura hanno mutato forma e il virtuale è diventato reale. Sei artisti immaginano cosa accade oltre la parete sperimentando liberamente lo spazio e come questo si rapporta al limite in un universo distopico. La percezione passa da forme di realtà non materiale, tra rilettura di episodi preesistenti e rielaborazioni spaziali inedite, mentre rimane la relazione autentica con la realtà analogica, che è quella del contatto umano, dello spazio collettivo, del vuoto, del supermercato, della tradizione, del rapporto con l’inanimato. L’arte riparte da qui: nel vivere un luogo non nostro e che non siamo.

Ogni settimana svela ed è dedicata a un artista diverso, che per l’occasione ha realizzato un intervento originale, spaziando tra video, performance, suono e immagine. Ciascun lavoro è accompagnato da libere conversazioni tra l’artista e un autore specifico all’interno del diversificato campo della cultura contemporanea. Conversation pieces è uno spazio che permette all’artista di sondare la propria ricerca da una prospettiva esterna, attraverso un processo di confronto e di associazione di idee. 

Laura Besançon

sul blog

alessio de girolamo

sul blog

dori deng

sul blog

Sabrina Melis

blog