Guarda il video

La Manifattura verso un nuovo rinascimento urbano

Un patrimonio da valorizzare e restituire alla città

Un nuovo modello di città risorgerà dall’ex complesso industriale di Manifattura Tabacchi, attivo per 70 anni e dismesso dal 2001. La cittadella murata si trasformerà in una nuova centralità urbana, luogo di scambi integrato al quartiere e alla città. Gli spazi interclusi si apriranno per accogliere un nuovo Centro civico, grazie ad una inedita visione dell’urbanistica che spezza i confini disciplinari e dialoga con l’architettura, l’ambiente, l’arte e la cultura.

Lo studio Concrete Architectural Associates, che ha firmato il masterplan, propone infatti una pianificazione sostenibile e interattiva non più basata solo su indici e percentuali edificatorie ma sull’analisi della città, della società e dei suoi mutamenti generazionali.

Riportare la vita all’interno di un’area di 6 ettari con 16 edifici e superficie coperta di 100.000 mq in un quartiere strategico, richiede un Piano innovativo in grado di coniugare il valore del patrimonio con i migliori scenari della contemporaneità.

IL PIANO

First Life, then Spaces, then Buildings

Jan Gehl

Le parole chiave del masterplan di Concrete sono: interazione, socialità, sostenibilità, crescita. L’obiettivo è creare una cittadella aperta e connessa dove le ultime tecnologie valorizzano la memoria e l’identità dei luoghi. Una nuova piazza, che vive 24 ore su 24, re-interpreta la piazza storica per trasformarsi in una innovativa piattaforma di scambi. Una piazza antica con un cuore moderno. La prima piazza fiorentina del Nuovo Millennio dove spazi di coworking si uniscono a laboratori per artisti, artigiani e produttori di domani.

sketches by Concrete Architectural Associates

Piazza Centrale

La Piazza Centrale vive tutto l'anno grazie ad una leggera copertura trasparente che ne controlla il microclima. Uno spazio sicuro e inclusivo che accoglierà un grande mercato con negozi e botteghe artigiane, ma anche ristoranti e luoghi d'incontro.

Piazza Centrale workspaces

Gli edifici che si affacciano sulla Piazza Centrale ospiteranno, ai piani superiori, uffici, studi professionali e spazi di coworking.

La Strada degli Artigiani

Laboratori e atelier animeranno la strada delle industrie creative. Artisti e designer potranno condividere questo spazio attrezzato e arricchirlo di significati e attività: luogo di incontro, ma anche area per movimentare manufatti di grandi dimensioni ed esporre opere d'arte.

Il Giardino del Teatro

Il retro del Teatro Puccini, che ospitava il dopo lavoro della Manifattura Tabacchi, riprende a vivere come isola culturale permanente. Una struttura mobile apre il Teatro verso il nuovo giardino per consentire di assistere a spettacoli e manifestazioni sia all'interno che all'esterno.

Il Boulevard

Il retro del Teatro Puccini, che ospitava il dopo lavoro della Manifattura Tabacchi, riprende a vivere come isola culturale permanente. Una struttura mobile apre il Teatro verso il nuovo giardino per consentire di assistere a spettacoli e manifestazioni sia all'interno che all'esterno.

La Piazza dell’Orologio

Uno spettacolare spazio pubblico che testimonia la spazialità della migliore architettura Razionalista e comunica una chiara vocazione ad ospitare eventi a grande scale. Il prestigioso Istituto Polimoda avrà la sua terza Sede fiorentina nell'iconico edificio dell'Orologio.

Il Giardino delle Residenze

Il volume allungato che delimita il lotto con suggestive vedute verso il Parco delle Cascine è una delle massime espressioni di architettura Razionalista a Firenze. Ospiterà le nuove residenze che si affacceranno su di uno spazio verde che accoglierà anche servizi per la Comunità.

Birrificio

Pensato come luogo di produzione e di degustazione, il Birrificio artigianale è ricavato nell'ex centrale termica della Manifattura Tabacchi, che coinciderà con la fermata della futura tramvia.

Hotel Courtyard

Gli ex Magazzini del tabacco vengono convertiti in un lifestyle hotel dove la memoria post-industriale rivive nell'evocativo design degli interni. Sul retro, una intima ed accogliente terrazza giardino, diventa lo spazio ideale per cene all'aperto e sosta lungo l'ampia gradinata.

Students Courtyard

Gli ex Magazzini del tabacco vengono convertiti in un lifestyle hotel dove la memoria post-industriale rivive nell'evocativo design degli interni. Sul retro, una intima ed accogliente terrazza giardino, diventa lo spazio ideale per cene all'aperto e sosta lungo l'ampia gradinata.

L'integrazione urbana e l'aggregazione sociale

Urbanità e socialità si integrano grazie ad una strategica rete di collegamenti viari e attività culturali che riportano la vita all’interno dei luoghi dismessi. Nasce così un nuovo Centro civico, alternativo al Centro storico, che beneficia della ritrovata vicinanza con il Parco delle Cascine, del Polo Universitario di Novoli, dell’aeroporto. Un nuovo Centro dove l’Umanesimo fiorentino rinnova il suo linguaggio e la sua missione.

La mobilità sostenibile

La mobilità è stata studiata per restituire Manifattura Tabacchi alla vita del quartiere e di Firenze. All’interno del lotto, il Piano ha analizzato il così detto spazio morto tra gli edifici e lo ha valorizzato grazie ad un sistema distributivo che collega gli isolati attraverso spazi pubblici di relazione sociale, dove la Comunità contribuisce a creare la nuova identità dei luoghi.

Il Piano prevede che alla singola entrata monumentale si aggiungano sei punti di accesso pedonali e ciclabili, oltre ad ingressi carrabili dedicati.

Il mix funzionale

Crafting the future…

Come nella città storica, la nuova Manifattura integra le tipologie in un mix funzionale che rigenera la qualità della vita e coadiuva lo sviluppo economico. Spazi commerciali, laboratori e atelier aperti alle industrie creative, uffici tradizionali e per il coworking, partnership con istituti formativi, ristorazione, accoglienza, residenze ma anche servizi, mercati all’aperto e parcheggi interrati. Una rigenerazione che rispetta le strutture esistenti in un’ottica di sviluppo sostenibile cioè, durevole, flessibile e a basso impatto energetico.

Guarda il video

Scopri i luoghi della manifattura

Gli edifici

2
Building 2

L’Edificio 2 viene costruito insieme all’Edificio 3 nel primo lotto edificatorio, entrambi erano adibiti a magazzino tabacchi greggi, alla loro essiccatura e a scatolificio. Si affacciano su di una corte interna con due corpi di fabbrica collegati da un volume perpendicolare, con una sobria monumentalità tipica  dell’architettura degli anni Trenta del Novecento. I prospetti presentano un sistema di lesene e marcapiano che incorniciano finestrature di modulo maggiori al secondo piano e minore ai due piani inferiori. 

Scopri scheda

B2_EST
B2_NORD
B2_OVEST
B2_SUD