La meraviglia TALKS

Goldschmied & Chiari 

mercoledì 11 dicembre, 19:00

 

Manifattura Tabacchi
via delle Cascine 35

 

ingresso libero

Una serie di incontri aperti al pubblico durante i quali gli artisti e i curatori in visita a Manifattura Tabacchi condividono la propria esperienza e ricerca, offrendo così uno spazio di confronto nel corso dei workshop riservati agli artisti in residenza. A seguire un tour inedito all’interno degli atelier di Anna Dormio (Italia), Bekhbaatar Enkthur (Mongolia), Giulia Poppi (Italia), Esma Ilter (Turchia), Davide D’Amelio (Italia), Negar Sh (Iran), i sei artisti de La meraviglia, il secondo ciclo del progetto di Residenze d’Artista di Manifattura Tabacchi, seguito da Paolo Parisi in qualità di tutor, e curato da Sergio Risaliti.

la meraviglia talks

Goldschmied & Chiari

calendario

Elena Mazzi
mercoledì 15 gennaio, 19:00

Robert Pettena
mercoledì 29 gennaio, 19:00

Alberto Garutti
giovedì 6 febbraio, 19:00

Giacinto Di Pietrantonio
giovedì 13 febbraio, 19:00

Goldschmied & Chiari

Sara Goldschmied (VI) ed Eleonora Chiari (RM) fondano il duo goldiechiari nel 2001. Dal 2014 lavorano con il nome Goldschmied & Chiari a Milano. 

 

Tra le principali mostre personali si possono includere: Eclisse, Museo Novecento, Firenze, Gioielli di famiglia, The Open Box, Milano, Secret Eyes Only, Galleria Doppelgaenger, Bari, Vice Versa, Kristen Lorello, (NY), Untitled Views, Renata Fabbri Arte Contemporanea, Milano, Dove andiamo a ballare questa sera?, Atelier House, Museion, Museo di arte contemporanea, Bolzano, Untitled Portraits, Kristen Lorello (NYC) , La démocratie est illusion, Centre d’Art Contemporaine Passerelle, Brest (FR) e Villa Croce Museo di Arte Contemporanea, Genova, Fumo negli occhi, Galleria Gonzalez y Gonzalez, Santiago del Cile, (CI); Genealogia di Damnatio Memoriae, Atelier House, Museion, Museo di arte contemporanea, Bolzano; Coinquilini/Roommates, Macro Museo d’arte contemporanea, Roma; Dump Queen, Galerie Elaine Levy Project, Brussels e Centro Arti Visive Pescheria, Pesaro; Welcome, Spencer Brownstone Gallery, (NYC).

Hanno raggiunto riconoscimento internazionale grazie a numerose mostre collettive collaborando con prestigiose istituzioni e musei tra i quali: Galleria Nazionale di Arte Contemporanea, Roma, Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, Torino, Officine Grandi Riparazioni, Torino, Museo Belmonte  Riso di Arte Contemporanea, Palermo, Museion , Museo di Arte Contemporanea, Bolzano, MoCA – Museum of Contemporary Art, Shanghai, Visual Arts Center of New Jersey, U.S.A., Fundació Joan Miró, Barcellona , Museo San Telmo, San Sebastian , Museo MAXXI, Roma, Fabrica de Arte Cubano, La Havana , Museo d’arte Pori, Finlandia, Hallwalls Contemporary Art Center, Buffalo, New York, La Conservera, Centro de Arte Contemporàneo, Murcia, Musée de Grenoble, Passerelle, Centro d’Arte Contemporanea, Brest, La Galerie, Noisy Le Sec, Parigi, Villa Croce, Museo d’Arte Contemporanea, Genova, Museo Mambo, Bologna, la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino e la Fondazione Adriano Olivetti, Roma. Hanno partecipato alla terza edizione del Nanjing International Art Festival, New Baijia Lake Museum, a The Fear Society evento collaterale della LIII Biennale di Venezia, 2009, alla quinquennale Dublin Contemporary, a Videozone, Biennale Video di Tel Aviv, alla Biennale Sletto & Corso, Séléstat e alla Quadriennale di Roma. 

 

Nel 2015 sono selezionate dal National Museum of Women in the Arts (NMWA), con sede a Washington DC e dal Museo del 900 per la mostra biennale Women to watch, 2015. Organic matters. Nel 2012 hanno vinto il premio del Museo di arte contemporanea Castello di Rivoli come migliori giovani artisti italiani, sono candidate per la Rockfeller Foundation Bellagio Center Creative Arts Fellowship 2015 e nel 2007 hanno vinto il premio Arte in Cantiere istituito da Museion, Museo di Arte Contemporanea, Bolzano. I lavori recenti sono documentati nella monografia: Goldschmied & Chiari, La démocratie est illusion, conversation with M. Beccaria, texts by E. Bernard, I. Bonacossa, Cura.Books, Roma 2016.