L'armonia

Mostra della III edizione delle Residenze d’Artista di Manifattura Tabacchi

 

4 maggio – 23 maggio 2021

martedì-venerdì 18:00-21:00

sabato, domenica e festivi 14:00-21:00, prenotazione obbligatoria con 24h di anticipo tramite Eventbrite

Ultimo ingresso 45’ prima della chiusura

Inizio percorso espositivo: edificio B7, Piazza dell’Orologio

Ingresso gratuito

Si conclude il ciclo triennale delle Residenze d’Artista di Manifattura Tabacchi, a cura di Sergio Risaliti.

Da lunedì 8 febbraio in mostra le opere di Ludovica Anversa, Ambra Castagnetti, Diana De Luca, Chiara Gambirasio, Nicola Ghirardelli e Max Mondini.

Accanto a queste figurano le opere collettive, frutto dei laboratori che gli artisti in residenza hanno realizzato insieme ai visiting artist Francesca Banchelli, Cesare Viel, Rebecca Moccia, Giulia Cenci, Masbedo e Patrick Tuttofuoco.

l'armonia

L’accesso è contingentato in osservanza delle misure adottate dal governo italiano in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Ph. Leonardo Morfini

Con L’armonia si chiude il programma triennale di Residenze d’Artista di Manifattura Tabacchi. Il progetto ideato e curato da ​Sergio Risaliti e seguito da ​Paolo Parisi nel ruolo di tutor, è stato realizzato nell’ambito di NAM – Not A Museum, il programma sperimentale e multidisciplinare di arte contemporanea di Manifattura Tabacchi. 

 

Dopo La cura e La meraviglia, il tema alla base del confronto è stato L’armonia, intesa come esito finale di ogni processo creativo e spirituale per una possibile riconquista dell’equilibrio natura-uomo, uomo-ambiente, dell’uomo con il fare e il pensare, con il suo io profondo e nelle relazioni con gli altri e i diversi. Durante il programma formativo, che ha spaziato tra fotografia, pittura, disegno, scultura, installazioni e video, ciascun artista in residenza ha sviluppato un progetto individuale.

i sei artisti

Il curatore

 

“Cosa significa oggi armonia in uno scenario planetario sempre più dispotico e di entropia accelerata? Ha senso parlare di armonia in un mondo dominato dalle divisioni e dai conflitti, dalle ingiustizie e disuguaglianze? Che senso ha definire l’armonia quando stiamo distruggendo la natura e con essa l’equilibrio tra l’uomo e l’ambiente? Come possiamo ristabilire armonia tra il progresso umano e la natura?” Questi gli interrogativi posti da Sergio Risaliti agli artisti, stimolandoli nel loro percorso formativo a “essere strumenti di armonizzazione in un’epoca di cambiamento, perché ci sia quella svolta che porterà l’uomo a riconnettersi con la natura in una visione creativa e cooperativa dell’evoluzione.”

Ph. Leonardo Morfini