Resisting the Trouble – Moving Images in Times of Crisis

L’apertura della mostra, originariamente in programma per lunedì 9 novembre, sarà posticipata a causa delle restrizioni imposte dal DPCM 3/11/2020. 

 

9 novembre – 8 dicembre 2020
Manifattura Tabacchi

 

a cura di Leonardo Bigazzi

 

Una produzione Lo schermo dell’arte e NAM – Not A Museum.

 

ORARI MOSTRA
9 novembre: 16:00-20:00, alla presenza del curatore
10 novembre-8 dicembre: martedì-venerdì 16:00-19:00 / sabato, domenica e festivi 12:00-19:00

Ultimo ingresso 45’ prima della chiusura.
Lunedì chiuso.

Ingresso gratuito.

L’accesso è contingentato in osservanza delle misure adottate dal governo italiano in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Nell’ambito della XIII edizione de Lo schermo dell’arte – Festival di Cinema e Arte Contemporanea, dal 9 novembre all’8 dicembre 2020 si tiene negli spazi di Manifattura Tabacchi la mostra Resisting the Trouble – Moving Images in Times of Crisis curata da Leonardo Bigazzi, prodotta e organizzata con NAM – Not A Museum, il programma d’arte contemporanea di Manifattura Tabacchi.

Dopo aver ricevuto candidature da artisti provenienti da 33 diverse nazionalità, Lo schermo dell’arte chiude la selezione e annuncia i nomi dei 12 partecipanti alla nona edizione di VISIO-European Programme on Artists’ Moving Images, un progetto di ricerca e residenza dedicato ad artisti under 35 che utilizzano le immagini in movimento nella loro pratica artistica. VISIO è strutturato in un progetto espositivo, in una serie di seminari, tavole rotonde, incontri e si fonda sulla costruzione di un’esperienza collettiva di condivisione generata da una comunità aperta di artisti, curatori e collezionisti. Quest’anno vi parteciperanno tra gli altri: Philippe Alain-Michaud, Beatrice Bulgari, Adrienne Drake, Omer Fast, Flatform, Ilaria Gianni, Alessandro Rabottini, Hilde Teerlinck, Francesco Urbano Ragazzi.

GLI ARTISTI 

TALK IN STREAMING

evento facebook

La pandemia ci ha reso più consapevoli della fragilità della nostra esistenza biologica minando il senso stesso di comunità e amplificando la paura di tutto ciò che è altro da noi. I dispositivi digitali sono risultati indispensabili per rimanere connessi, ma allo stesso tempo sono il veicolo principale di un flusso di immagini e informazioni incontrollabili che altera profondamente la nostra percezione della realtà. L’emergenza ha reso più evidenti le disuguaglianze economiche e sociali, rendendole sempre più intollerabili, e la rabbia si sta traducendo in rivolte e proteste diffuse. La necessità di ripensare il nostro rapporto con l’ambiente e le altre specie che abitano il pianeta, appare come l’unica possibilità per evitare il rischio di un’incombente catastrofe climatica. La mostra presenterà quindi dodici film, video e installazioni che riflettono sulle questioni più urgenti generate dall’attuale crisi mondiale, proponendo visioni alternative per ripensare il presente e immaginare il futuro.
Leonardo Bigazzi, curatore della mostra

 

 

 

GLI ARTISTI

 

 

I 12 artisti selezionati sono: Jonas Brinker (1989, Germania), Claudia Claremi (1987, Cuba/Spagna), Helen Anna Flanagan (1988, Inghilterra/Irlanda), Valentina Furian (1989, Italia), Megan-Leigh Heilig (1993, Sud Africa/Germania), Marcin Liminowicz (1992, Polonia/Olanda), Edson Luli (1989, Albania/Italia), Olena Newkryta (1990, Ucraina/Austria), Ghita Skali (1992, Marocco/Olanda), Peter Spanjer (1994, Nigeria-Germania/Inghilterra), Emilia Tapprest (1992, Finlandia-Francia/Olanda), Tora Wallander (1991, Svezia).

TALK IN STREAMING

 

 

Dall’ex-complesso industriale di via delle Cascine saranno trasmessi due incontri in live streaming sulla pagina Facebook di Manifattura Tabacchi e Lo schermo dell’arte.

 

 

Mercoledì 11 novembre ore 15:00 | Duchamp Is Our Lawyer
Il collettivo curatoriale Francesco Urbano Ragazzi, autori della mostra Hillary. The Hillary Clinton Emails (Venezia, 2019), e Kenneth Goldsmith, poeta, critico, fondatore dell’archivio online UbuWeb, riflettono sull’archiviazione, il consumo e la diffusione delle opere d’arte su Internet.

 

Venerdì 13 novembre ore 15:00 | Commissioning Artists’ Moving Images
Tavola rotonda con Beatrice Bulgari (Fondazione In Between Art Film), Han Nefkens (Han Nefkens Foundation), Mason Leaver-Yap (curatore, KW Institute for Contemporary Arte).

 

 

Lo schermo dell’arte inoltre promuove il collezionismo di video installazioni, film e video d’artista attraverso il VISIO Young Talent Acquisition Prize (VI edizione) che consiste nell’acquisizione di un’opera di uno degli artisti partecipanti da parte della Seven Gravity Collection, collezione privata italiana interamente dedicata alle opere video di artisti contemporanei.

 

 

VISIO – European Programme on Artists’ Moving Images è promosso e organizzato dallo Schermo dell’arte in collaborazione con NAM – Not A Museum. Riceve il contributo da MIBACT – Direzione generale Cinema e audiovisivo, Regione Toscana, Comune di Firenze, Fondazione CR Firenze, Cinema La Compagnia, Manifattura Tabacchi.
In collaborazione con Fondazione In Between Art Film, MYmovies
Main sponsor Gucci
Media Partner Flash Art

Lo schermo dell’arte è un progetto internazionale dedicato a esplorare e promuovere le relazioni tra arte contemporanea e cinema attraverso presentazione di film e installazioni, progetti di formazione, residenze per artisti internazionali, produzione e distribuzione di film d’artista.
Nasce a Firenze nel 2008 e negli anni ha collaborato con numerose istituzioni, centri d’arte, accademie e università italiane e straniere.

instagram

NAM –  Not A Museum è la piattaforma d’arte contemporanea di Manifattura Tabacchi, basata sul principio dell’interdisciplinarità tra le arti e sul coinvolgimento della comunità. Per il programma estivo propone una serie di appuntamenti con artisti e collettivi legati ai linguaggi della performance, del suono, della danza e della poesia.

instagram