Piatti da Bulli: 3 ricette healthy per la quarantena

Saper Fare [Home Edition]

3 ricette healthy per la quarantena

Dalla cucina di Bulli & Balene

Gli chef del bistrot di B9 condividono con la community di Manifattura le ricette migliori per preparare piatti da Bulli in quarantena.

Due ricette vegetariane e una vegana per sperimentare ai fornelli con piatti sani e originali e rimanere in forma, fisica e mentale.

RISOTTATO INTEGRALE CON CAVOLONERO E ROBIOLA DI CAPRA

dello chef Giacomo Faberi

Ingredienti per 2 persone
1 mazzo di cavolo nero privato delle coste più dure
1 aglio fresco (simile a un piccolo porro)
200 gr di riso integrale
Olio evo
1 noce di burro
Parmigiano q.b.
Sale q.b.
Pepe q.b.

Per il brodo (facoltativo):
1 cipolla
1 carota
1 costa di sedano
1 scorza di limone
1 mazzetto di prezzemolo
Scarto dell’aglio fresco (la parte verde)

Procedimento
Metti a bollire l’acqua con un po’ di sale, appena bolle sbollentare per 3 minuti le foglie di cavolo nero, scolarle e metterle da parte a freddare.  Poi sbollentare nella stessa acqua per 1 minuto l’aglio fresco e metterlo da parte. Riutilizzare ancora la stessa acqua per fare il brodo.

Lavare bene il riso sotto l’acqua corrente e metterlo a cuocere in un pentolino con una quantità di acqua fredda corrispondente a tre volte il peso del riso utilizzato. Appena l’acqua comincia a bollire mettere un coperchio e abbassare il fuoco fino a qualche minuto prima dell’avvenuta cottura. Una volta pronto mettere il riso da parte scolando l’acqua di cottura (in caso non fosse stata assorbita tutta in cottura).

Frullare il cavolo nero con 3 cucchiai di brodo, aggiungere l’aglio fresco sbollentato in precedenza e un’abbondante noce di burro. Poi frullare tutto fino a ottenere una bella crema vellutata.

Grattare il parmigiano e metterlo da parte.

In una padella scaldare due cucchiai di olio e versare il riso cotto facendolo rosolare un po’. A questo punto mettere un po’ di brodo, un pizzico di sale e pepe e far evaporare il brodo a fuoco alto ma non troppo, facendo attenzione a non asciugare troppo il riso.

Spegnere il fuoco, versa la quantità necessaria di crema di cavolo nero, un cucchiaio di robiola e una manciata di parmigiano grattugiato.

Mantecare girando energicamente con un mestolo.

Servire nel piatto e concludere con una quenelle di robiola, un filo di olio evo e una macinata di pepe.

SPAGHETTI DI ZUCCHINE

dello chef Mauro Urso

Ingredienti

3 zucchine
5/6 pomodori secchi ammollati
Feta (formaggio greco)
Basilico fresco
Pinoli tostati
Olio
Sale q.b.

Procedimento
Tagliare le zucchine a fettine e poi a listarelle finissime (julienne), sbollentarle in acqua salata per 30 secondi e metterle a raffreddare subito in acqua fredda.
Preparare un trito con i pomodori secchi, i pinoli tostati e il basilico.
In una ciotola capiente condire i finti spaghetti con abbondante olio evo, il trito preparato e mescolare bene. Per guarnire e insaporire aggiungere sopra della feta sbriciolata.

VEGAN / SENZA GLUTINE

HUMMUS SENZA CECI (DI CAVOLFIORE)

dello chef Giacomo Faberi

Ingredienti

Per il cavolfiore arrosto:
1 cavolfiore medio
3 spicchi d’aglio (facoltativi)
Olio extravergine di oliva
Sale q.b.

Per l’hummus senza ceci:
Cavolfiore arrosto
3 cucchiai di tahin chiaro
1/2 limone (succo)
Acqua q.b. (se necessaria)
Sale q.b. (se necessario)

Procedimento
Preriscaldare il forno a 200 gradi (in modalità statica) e rivestire una teglia con della carta da forno.
Lavare il cavolfiore e dividerlo in cimette, tagliandole in due se troppo grandi. Disporle sulla teglia, irrorarle con olio e mescolare con le mani o con un cucchiaio. Aggiungere gli spicchi d’aglio interi (facoltativi). Salare e infornare per 25-30 minuti o fino a quando il cavolfiore non sarà leggermente dorato in alcuni punti.

Trasferire il cavolfiore in un frullatore (va bene anche quello a immersione), sbucciare l’aglio e aggiungere solo la polpa, unire il tahin, il limone e frullare. Se necessario aggiungere un po’ d’acqua e regolare di sale.

Se l’hummus di cavolfiore è la base per un piatto caldo si può usare subito, altrimenti riporlo in frigorifero per almeno 2 ore e servirlo a temperatura ambiente.

Nota: se si desidera ricreare il colore dell’hummus di ceci, aggiungere un pezzetto piccolo di barbabietola (anche cruda).