Piazze. Fenomenologie dell’inatteso

Una incompleta raccolta di superfici urbane contemporanee, a cura di Orizzontale 

 

Opening | 9 giugno dalle 19:30

Dal 9 giugno al 7 settembre 

La mostra è visitabile dal mercoledì alla domenica, dalle 09:00 alle 01:00, presso il Giardino della Ciminiera (ingresso da Via delle Cascine 35).

 

Ingresso libero, non è richiesta la prenotazione.

 

 

 

 

Luogo emblematico dell’alterità, dell’incontro e del confronto pubblico, ma anche della domesticità, della comunità, del raccoglimento. Arena per eccellenza della rappresentanza e della pacifica convivenza democratica, e al contempo spazio simbolico della lotta e della contraddizione sociale. Scenario paradigmatico della libertà di espressione, eppure anche teatro delle manifestazioni più brutali del potere politico e militare. Il più classico tra gli archetipi urbanistici, la piazza rappresenta ancora oggi, nei suoi infiniti paradossi, il terreno malleabile e dinamico sul quale possono germogliare nuove forme del vivere collettivo.

 

Una collezione di piazze. Da quelle più ‘tradizionali’ o classiche, a quelle più sperimentali, ‘tattiche’ o ‘temporanee’, per descrivere un ventaglio di approcci, stili, logiche e strategie. Luoghi accessibili a tutti, senza eccezioni. Spazi sufficientemente definiti da possedere una loro identità, ma abbastanza generici da permettere lo sviluppo di usi inattesi. Un viaggio nelle piazze di oggi, che culleranno le società di domani.

 

Una mostra a cura di Orizzontale 
nell’ambito del progetto di divulgazione culturale Vuoto (vuoto.xyz)
realizzato in collaborazione con Atto (atto.si)