La meraviglia

La seconda residenza d’artista di Manifattura Tabacchi

a cura di Sergio Risaliti

Il tema scelto per il secondo anno del progetto triennale della residenze manifatturanaturacultura 2018-2020 è La Meraviglia.

Meraviglia è forse la prima emozione che destò l’uomo dall’incoscienza godendo dello spettacolo della natura, meravigliandosi del proprio pensiero e delle proprie capacità manifatturiere. S’incrociarono fatto straordinario e irreversibile il sentimento e la cosa. L’intelligenza e la fantasia. Meraviglia è il termine che funge da cornice e punto di partenza al gesto artistico, adatto al progetto globale di Manifattura Tabacchi dove il sapere è essenzialmente legato al saper fare contro la ripetizione di modelli, gli stereotipi, il sempre uguale. I nuovi sei giovani artisti residenti, di diversa cultura e preparazione, daranno vita così a un’esperienza di nuovo-rinascimento. Perché l’arte è da sempre produzione di cose meravigliose.

Sergio Risaliti

 

Artisti in Residenza 2019-2020

Gli artisti saranno seguiti nel loro percorso da Sergio Risaliti, curatore del progetto di Residenze d’Artista di Manifattura Tabacchi e da Paolo Parisi, artista e docente dell’Accademia di Belle Arti di Firenze, confermato nel ruolo di tutor delle residenze.

Come già nella passata edizione, i sei artisti avranno a loro disposizione un atelier in Manifattura Tabacchi e la possibilità di confrontarsi periodicamente con artisti, curatori, critici invitati a tenere brevi workshop.

Tra gli invitati di quest’anno ci saranno Ra di Martino, Elena Mazzi, Pantani Surace, Stefania Galegati, Goldsmith Chiari, e Robert Pettena che svolgerà un laboratorio dedicato alla mappatura eclettica del patrimonio artistico e manifatturiero della città e dell’area metropolitana.

Incontreranno i giovani artisti residenti anche Domenico Bianchi, Alberto Garutti, Giacinto di Pietrantonio e Cristiana Perrella.

Le residenze si concluderanno con l’esposizione di opere individuali ideate e realizzate dagli artisti e lavori collettivi scaturiti dai workshop in una mostra allestita negli spazi del B8, l’edificio destinato a ospitare le iniziative legate all’arte contemporanea nell’ambito del programma di attivazione di Manifattura Tabacchi e che ha già ospitato la prima edizione di residenze conclusasi a maggio con la mostra La cura.
La sperimentazione di questa seconda edizione spazierà tra fotografia, pittura, disegno, scultura, installazioni e video.

Gli artisti in residenza

Bekhbaatar Enkthur (Mongolia)

Negar Shariaty (Iran)

Esma Ilter (Turchia)

Giulia Poppi (Italia)

Anna Dormio (Italia)

Davide D’Amelio (Italia).

Il tutor

Paolo Parisi, docente presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze, è il tutor che accompagnerà le ricerche creative partecipando insieme ai giovani artisti ai momenti e alle attività formative.

Il curatore

Sergio Risaliti, storico dell’arte e direttore artistico del Museo Novecento, è il curatore del progetto triennale delle residenze artistiche della Manifattura Tabacchi.