Workshop con Remo Salvadori

Il Manifesto - catalogo

Remo salvadori

Il sesto workshop è guidato da uno degli artisti toscani più noti e apprezzati: Remo Salvadori

Remo Salvadori inizia con i ragazzi in Manifattura un percorso che si differenzia dagli altri workshop per la natura profondamente umanistica della riflessione. Salvadori invita i sei artisti a lavorare su temi che riguardano l’individuo come il concetto di presenza e quello di non-identificazione. Propone quindi loro un approccio all’opera di tipo umanistico e olistico, in relazione alla sfera spirituale intesa secondo le teorie antroposofiche di Rudolf Steiner.

L’opera che Salvadori suggerisce ai giovani artisti è una sorta di “manifesto-catalogo” da realizzare al termine della sua visita per la mostra finale della residenza. Ciascun artiste contribuisce con dieci elementi visivi e testuali alla composizione di un unico foglio di 100 x140 cm, che viene piegato cinque volte, in modo da formare 64 settori, come una scacchiera perfetta.

Nella seconda fase del workshop, Salvadori invita l’artista Jaya Cozzani ad indicare la disposizione del materiale proposto da ciascun residente all’interno dei settori della scacchiera. Quest’ultima decide di organizzare il foglio distribuendo i diversi materiali non secondo una progettazione grafica, ma a partire dalle forze astratte che li legano.